I Centri Estivi del Comune di Treviso fanno festa con Comunica

I Centri Estivi del Comune di Treviso fanno festa con Comunica

IN 50O AL PARCO DEGLI ALBERI PARLANTI

Grande successo la scorsa settimana per la “Festa di Mezza Estate” dedicata ai bambini e ai ragazzi che frequentano in questa estate 2016 i Centri Estivi del Comune di Treviso.

Alla festa svolta al Parco degli Alberi Parlanti hanno partecipato più di 250 bambini con le loro famiglie per un totale di oltre 500 persone, a rappresentare i circa 650 iscritti (3-11 anni) e le 3000 presenze complessive: in otto sedi scolastiche: questi i numeri ad oggi dei Centri estivi del Comune di Treviso gestiti da quest’anno dalla Cooperativa Comunica.

La giornata è stata animata dal Wanda Circus e dagli Alcuni, e i bambini con le loro famiglie insieme agli animatori, dirigenti, responsabili e coordinatori di Comunica, hanno vissuto un pomeriggio bellissimo che è andato a coronare le prime quattro settimane di attività dei centri estivi comunali, caratterizzate finora da tante gite, uscite, ed esperienze formative e di svago. È stata una grande festa alla quale hanno partecipato più di 500 persone, caratterizzata dalle esibizioni dei “corpi di ballo” degli otto plessi di cui si suddividono i Centri Estivi comunali, da un nuovo spettacolo de Gli Alcuni, in prima assoluta per l’occasione, e dall’animazione con le bolle di sapone degli artisti del Wanda Circus.

festa-CE-Treviso-01

Sorrisi, gioia, divertimento e tanta amicizia hanno testimoniato una volta di più la qualità di questo servizio offerto dal Comune e da Comunica alle famiglie trevigiane. A rappresentare e a portare i saluti dell’amministrazione comunale e del Sindaco di Treviso, l’Assessore alla Partecipazione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità Liana Manfio.

Tutto il resoconto fotografico della festa e di tutte le gite, uscite e attività che caratterizzano l’estate 2016 di Comunica (a tema Pegasus, le Olimpiadi e il ritorno del concetto di “polis” greca) sulla pagina Facebook Centri Estivi Treviso 2016 e su www.cooperativacomunica.org

Menu