Si chiude un grande 2016 per Comunica – Il bilancio del presidente Marconi

Nuovo CDA Comunica

Si chiude un grande 2016 per Comunica – Il bilancio del presidente Marconi

Si è chiuso un anno cruciale per la Cooperativa Comunica, un 2016 che ha visto profondi cambiamenti nell’organigramma e soprattutto una serie di positive novità che hanno confermato la qualità del lavoro e il “successo” delle attività rivolte ai giovani e alle famiglie proposte fin dal 2002 dalla Coop trevigian-villorbese, sempre in collaborazione con gli Istituti Scolastici e i Comuni del territorio. Lo storico Presidente e fondatore di Comunica, Matteo Marconi, traccia un bilancio dell’anno solare di una delle realtà più importanti sul territorio per quanto riguarda l’attività sociale:

“È stato un anno importante, di successi e di cambiamenti per la nostra cooperativa. Innanzitutto si è insediato il nuovo CDA: abbiamo inserito nel consiglio due figure esterne che ci aiutino nella crescita qualitativa e quantitativa delle attività sociali della cooperativa. Sono il commercialista Stefano Saluto e l’ex preside storico delle scuole Casteller di Paese Claudio Baccarini, mentre sono entrati in CDA due colonne della cooperativa, Maddalena Daniotti che cura tutta l’attività di doposcuola-tempo integrato e Benedetto Cavallin dedicato all’attenzione alla compagine dei soci, oltre al sottoscritto.”

Sono stati raggiunti anche traguardi importanti, con un boom nei Centri Estivi, fin dai primordi della cooperativa un “must”, e altre collaborazioni importanti per un visibile salto di qualità:

“Siamo riusciti ad aggiudicarci il bando pluriennale per la gestione dei Centri Estivi del Comune di Treviso dopo che avevamo negli anni già messo a disposizione delle famiglie di praticamente tutta la Marca Trevigiana le nostre attività estive, che coprono tutti i mesi in cui le scuole sono chiuse. Grazie allo staff coordinato da Christian Bruniera che conta circa 150 tra animatori, coordinatori ed addetti siamo arrivati a gestire più di 3000 bambini e ragazzi (da 3 a 18 anni) da giugno a settembre, con centri estivi tradizionali, camp in lingua inglese, laboratori, camp sportivi come il TVB Camp di basket e tanto altro. Ora stiamo lavorando per proporre già dalla prossima estate le nostre attività estive anche ad altre città e ad altre province.”

Non solo estate però nella rosa delle offerte di Comunica alle famiglie e ai giovani:

“Si, collaboriamo con le scuole di Treviso e con le famiglie per tutto il periodo scolastico, con oltre 2000 studenti che con i nostri Tempi Integrati fanno attività di doposcuola pomeridiano per le quali abbiamo continue richieste, ma non solo. Stiamo attivando – continua il Presidente Marconi – una rete di rapporti con le agenzie educative del territorio e le Università che sono sfociati in una Borsa di Studio offerta in collaborazione con il Comune di Villorba per giovani laureati in discipline sociali, e, grande novità degli ultimi tempi, abbiamo attivato in collaborazione con l’Università di Padova un dottorato di ricerca sulla formazione, c’è il primo laureato in Scienze della Formazione che sta svolgendo con noi questo dottorato su percorsi educativi per bambini nell’ambito naturalistico ed ecologico.”

Proprio l’ambito naturalistico è un’altra delle grandi novità 2016:

“I nostri operatori hanno collaborato con Contarina per portare nelle scuole l’educazione naturalistica ed ecologica, abbiamo sviluppato percorsi e attività con il Centro di Educazione Ambientale di Eraclea, un posto fantastico in riva al mare dove i ragazzi possono conoscere la natura, collaboriamo con il Circolo Legambiente “Piavenire” di Maserada per attività estive all’Oasi del Codibugnolo sul Piave. L’attenzione alla natura e la formazione dei giovani in questo senso la riteniamo fondamentale e sarà sviluppata in futuro ancor più.”

Il 2017 sarà un altro anno importante per Comunica:

“Per noi sarà un anno di ulteriore sviluppo e consolidamento, abbiamo più di quaranta dipendenti e tante attività “storiche” oltre a quelle suddette come la classica Scuola di Tifo I Draghi, che grazie al sostegno di Ascotrade e del Presidente Busolin anche nel 2017 sarà presente al Palaverde e negli stadi trevigiani per insegnare il tifo corretto e pulito ai giovani, abbiamo le nostre ripetizioni pomeridiane al “Buon Studio” nelle due sedi di Villorba e Treviso, abbiamo le animatrici del Progetto Pasticcio, produciamo una Web Radio “Voce Comunica” che viene fatta proprio dai ragazzi del progetto giovani e molto altro. Ma soprattutto abbiamo una bella responsabilità, quella di formare, assistere e seguire circa 8000 bambini, ragazzi e le loro famiglie, pertanto abbiamo l’obbligo di garantire sempre la massima qualità del servizio e pertanto è fondamentale offrire con i nostri dipendenti e collaboratori una proposta al più alto livello possibile. Quindi si susseguono corsi di formazione e specializzazione per il personale e ci poniamo sempre come obiettivo quello di dare alle famiglie un’offerta sempre più articolata e al passo con i tempi e con le richieste che ci provengono.”

Le attività della Cooperativa Comunica si possono trovare sulla pagina Facebook Comunica Cooperativa e sul sito www.cooperativacomunica.org

Menu